Assosistema Confindustria: Manovra, Green New Deal per gli appalti di Lavanolo in ambito sanitario parte dagli incentivi per le imprese.

NOTA STAMPA

Assosistema Confindustria: Manovra, Green New Deal per gli appalti di Lavanolo in ambito sanitario parte dagli incentivi per le imprese.

Appello al ministro Costa al fine di accompagnare l’inserimento dei CAM nelle gare facendo in modo che il prezzo contenga la remunerazione degli investimenti fatti dall’azienda.

 7 novembre 2019. “La svolta Green per il settore dei servizi alla sanità si sta concretizzando con l’approvazione del provvedimento normativo dei CAM, Criteri Minimi Ambientali per gli appalti di Lavanolo (“lavaggio e noleggio della biancheria”) in ambito sanitario – ha detto Marco Marchetti, Presidente di Assosistema Confindustria ad Ecomondo al convegno “Reuse, wash green, no waste” – che rappresenta un punto di partenza molto importante perché definisce i prerequisiti e un sistema premiale proprio per quegli attori che migliorano sempre di più i loro standard ambientali alzando la qualità del mercato e qualificando il settore”. “Auspichiamo – ha continuato Marchetti – che il committente definisca una politica equilibrata sugli acquisti che tenga conto della esigenza di un minore impatto ambientale ma anche dei costi sostenuti per ottenerlo. Infatti, l’investimento in sostenibilità ambientale rappresenta per le aziende un impegno economico non indifferente a livello di certificazioni, di macchinari di nuova tecnologia atta a ridurre l’impatto ambientale, e naturalmente le continue gare al ribasso che troviamo nella sanità non aiutano l’imprenditore che si trova da una parte incentivato ad investire e dall’altra invece costretto a politiche legate al prezzo. Quello che chiediamo al Ministro dell’Ambiente Costa – ha concluso Marchetti – è di coinvolgere le stazioni appaltanti e l’ANAC, al fine di accompagnare l’inserimento dei CAM nelle gare facendo in modo che il prezzo di gara contenga la remunerazione degli investimenti fatti dall’azienda”.

Sull’importanza di creare incentivi per le imprese che investono in sostenibilità è intervenuto anche Mauro Alfonso, Amministratore Delegato di Cerved Rating Agency, l’agenzia di rating europea che fa a capo al Gruppo Cerved che ha evidenziato l’importanza dell’adeguamento ai criteri di sostenibilità come elemento competitivo per l’accesso al credito e alla finanza di mercato e la necessità, ormai ineludibile, di misurare in maniera corretta e di integrare le questioni ambientali, sociali e di corporate governance (ESG) nelle pratiche di investimento e nello sviluppo di un sistema finanziario globale più sostenibile.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>